1151016_614017621966053_371927992_n

Quando il touch era una cosa vera

Linger dei mitici Cranberries mi ronza nella mente da quando ho appreso della morte di Dolores O’ Riordan. Per quanto, forse, testo e significato non c’entrino assolutamente nulla con le sensazioni che mi provoca la musica, ogni singola nota mi riporta indietro all’età dell’innocenza, quando tutto sembrava fermo semplicemente perché possedevi l’infinità del tempo davanti a te. E sentivi dentro quella
Continua a leggere...

orizzonte

La consapevolezza dei 30 anni

Chi mi conosce bene sa che nonostante sia single da un po‘ mi sono portata dentro un uomo che è stato il più importante della mia vita, ma che ad oggi, dopo avermi abbandonato per ben due volte ho dovuto lasciare andare via definitivamente. Perché non si può obbligare nessuno ad amarti e soprattutto non puoi dare a nessuno il
Continua a leggere...

landscape-1488888309-15-travel-blogger-da-seguire-su-instagram

30 anni e non accontentarsi

È successo poco più di un anno fa: non era un momento bello della mia vita, stavo salutando per l’ultima volta la mia nonna, quando qualcosa dentro me è cambiato. Ho sempre voluto pensare che lei avesse voluto darmi il suo ultimo saggio consiglio: “NON TI ACCONTENTARE”. Ho avuto bisogno di qualche mese per capire, prendere consapevolezza e seguire quel
Continua a leggere...

713x450_1_b1ce0256693e09ae2f134a4a0928c4ed@690x435_0xc0a8392b_6641533321487846354

La rabbia dei trent’anni

Ho la sensazione che mi stia indurendo troppo e che all’età di 32 anni mi stia creando una corazza che credo sarà sul serio impegnativo abbandonare. Sto iniziando a diventare troppo diffidente e a convincermi che non sempre nella vita delle persone possa esistere la  possibilità di vivere l’amore di coppia,  sto cercando di capire quando ho iniziato a pensarla
Continua a leggere...

opzioni-binarie

Trent’anni e cambiare rotta

Sono, si può dire, una “neo-trentenne”, ma già da poco prima di spegnere le fatidiche candeline in quella splendida red velvet decorata in pasta di zucchero, ho iniziato a sentire una sorta di “peso” alle mie spalle; c’è chi lo chiama “il peso delle responsabilità”, chi “orologio biologico”, chi semplicemente “a 30 anni ancora così stai?”.E questo peso lo trascino
Continua a leggere...