Bimba tra i fiori

Sono una figlia, non sono una Santa

Per loro resti sempre la loro bambina, qualcuno di cui prendersi cura, da proteggere, amare, coccolare, anche se hai 140 anni. I genitori non smettono mai di esserlo. Sono sicura che anche voi, che viviate fuori o no, ogni volta che stringete la maniglia di casa per uscire vi sentite dire le stesse identiche cose di quando andavate al liceo. 
Continua a leggere...

335257132_9d97955087_z

L’interiore del Brasile non è per principianti.

Brasília 8 ottobre, esattamente 11 mesi di matrimonio e 4 di Brasile, eh lí, il cameriere cinquantenne gay e numerologo del ristorante a venti metri da casa, mi consiglierebbe di analizzare la cosa e le sue implicazioni. O almeno di giocarmi i numeri. Ieri, emozionata come un’adolescente, sono andata a prendere mio marito all’aeroporto: il destino infido ha voluto che
Continua a leggere...

b9346b7c66543c010eb4dc0df1150679

Il giorno prima dei 30 anni – Bilanci e pensieri sparsi

Vi seguo fin dall’inizio. Ma facevo la fenomena, vi leggevo in silenzio, senza intervenire, perché “io mica ce li ho 30 anni”. Il concept dei miei 365 gg da 29enne è stato “SONO GIOVANISSIMA, NON HO MANCO 30 ANNI” (diffuso, affisso e inculcato a famiglia, amici, colleghi e conoscenti, anche superficiali). Oggi è l’ultimo giorno per far la giovine disinvolta.
Continua a leggere...

tt

5 motivi per cui amerete per sempre i Take That

Premessa: io sono stata una groupie dei Take That. Ok avevo 12 anni ma giuro che li seguivo ovunque, in Inghilterra, a Sanremo, negli alberghi. Ovunque. Organizzavo con la mia migliore amica e altre pazze furibonde vacanze studio in posti improbabili sperduti in Gran Bretagna solo per andare davanti alle loro case per conoscerli. Per andare da Mark Owen abbiamo
Continua a leggere...

levatevi_tutti

Levatevi tutti

Di doversi trovare a rimettere mano alla propria vita, passati i 30, lo augurerei sia alla mia migliore amica, sia alla mia miglior nemica. È una sfida avvincente e impegnativa che sembra non dover finire mai, che sai quando inizia e non sai quando terminerà e che ti scombussola considerevolmente. È un po’ come sentirsi dentro il vento e sapere di dover stringere i denti
Continua a leggere...