Photo by Javier Allegue Barros on Unsplash

30 anni e voler cambiare

Nei miei 20 anni ho lavorato tanto, coltivato passioni, cambiato una marea di mezzi a 2 ruote, fatto il primo tatuaggio, sofferto, gioito e tutto quello che si può fare a 20 anni. Poi è arrivato lui: il 01/01/2019.
Quest’anno sono arrivati i 30!
Ero preparato già da un po’ all’ora “x”, la cosa più strana, però, è che l’ultimo anno dei 20 è stato fantastico.
Ma sentivo che c’era qualcosa che non mi convinceva fino in fondo. Ho iniziato ad avere i primi segnali a febbraio, un mesetto dopo l’ora “x”, quando con una persona molto importante della mia vita le cose non sono più andate nella direzione giusta, fino a perderci senza possibilità di ritorno (capita, ma si va avanti).

Photo by Evan Wise on Unsplash

Photo by Evan Wise on Unsplash

Mi sono sempre immaginato a 30 anni già sistemato. Non dico sposato, in quanto non credo nel matrimonio, ma sicuramente con una casa (magari con il terrazzo), una compagna, la moto dei miei sogni e un lavoro che mi gratifichi. Con l’aumentare del mio malessere personale quest’idea continuava a vacillare.
Il lavoro che amo non mi dava più felicità. La mia città, non natale ma adottiva, non mi coinvolgeva più.
Gli amici si erano già tutti trasferiti per lavoro. La mia famiglia non riusciva a comprende il mio disagio.
La vita sentimentale lasciamo anche perdere. Tirando le somme era un periodo in cui vedevo solo nero.
É servito un viaggio a farmi capire cosa fare.
Lontano da Palermo per una settimana, tra Toscana ed Emilia-Romagna, in cui ho capito che era giusto cambiare.
Una nuova vita. Una nuova città. Una nuova sfida.

Photo by Tim Marshall on Unsplash

Photo by Tim Marshall on Unsplash

Ho scelto una città piccola per ricominciare, non una grande come Milano o Torino. Ho scelto Bologna. Ho scelto una città che ogni giorno mi fa scoprire qualcosa di nuovo tra i suoi vicoli. Una città dove ho trovato una nuova “famiglia”, che ha mi ha fatto scoprire un lato di me che non conoscevo.
Una città dove potere fare ogni giorno qualcosa di diverso. Adesso, anche se è passato ancora troppo poco tempo, sto ricostruendo l’idea che stavo perdendo.
Ho 30 anni, un mestiere dove lavoro con il sorriso; una casa (ancora in affitto) in centro e sì, con il terrazzo tutta mia; non una compagna, ma una coinquilina-amica da anni, sulla quale posso sempre contare; una moto, non quella dei miei sogni, fedele e che fa il suo dovere.

Photo by duncan adler on Unsplash

Photo by duncan adler on Unsplash

In questo nuovo inizio ho solo un ripianto, ovvero, che tutti quelli che mi conoscono da tempo non sono riusciti, o non hanno voluto, capire le motivazioni che mi hanno portato a fare tutto ciò.
HO SOLO DECISO CHE A 30 ANNI VOLEVO VIVERE LA MIA VITA.
Che forse non sarà ancora quella che immaginavo da piccolo, ma sicuramente mi sta dando le basi per poterla costruire, con la stessa forza, fatica, voglia, passione e con qualche tatuaggio in più.

D.
itrentenni@gmail.com

itrentenni

itrentenni

Questo spazio è dedicato alle vostre storie.
Riflessioni, propositi, affanni, sogni, ricordi, speranze, cicatrici, obiettivi, preoccupazioni, desideri. Parole sparse, pensieri e riflessioni. Voglia di raccontarsi o semplicemente di sentirsi come a casa.
Scriveteci a itrentenni@gmail.com
itrentenni

Latest posts by itrentenni (see all)