Photo by Aditya Saxena on Unsplash

Brilla della tua luce

Trent’anni quest’anno, un traguardo, un numero tondo… un anno che può coincidere con il primo bilancio della tua vita, su cosa hai conquistato, cosa hai raggiunto e quali sono i tuoi obiettivi per il tuo futuro. Adesso, perché a vent’anni forse sei ancora immatura, non hai ancora la consapevolezza di te stessa.
Tante volte, quando ero piccola, chiudevo gli occhi e immaginavo a come sarei stata a 30 anni e avrei voluto ritrovarmi in un batter d’occhio a quell’età… sì, mi immaginavo diversa da quello che sono diventata, ma la vita non mi ha chiesto cosa volevo… mi ha messo alla prova e ora sono così.

Photo by James Cousins on Unsplash

Photo by James Cousins on Unsplash

L’anno scorso è stato un anno difficile, forse il più difficile di tutta la mia vita, mi ha molto cambiata, ma ho anche imparato tante cose. Mi ero detta: “il prossimo anno, quello dei 30, sarà il tuo anno, avrai la svolta che da tanto aspettavi nella tua vita e sarai felice”. Sono quelle sensazioni forti che ogni tanto senti e alle quali vuoi credere.
Non c’è stata la svolta che mi immaginavo: pensavo che avrei trovato una persona con cui condividere la mia vita ed invece ho ritrovato me stessa.
Perché a 30 anni capisci che non devi per forza trovare un’altra persona per stare bene… prima devi stare bene con te stessa.

Photo by Nicolai Berntsen on Unsplash

Photo by Nicolai Berntsen on Unsplash

Capisci che ora che sei fuori da quel tunnel buio in cui eri, ne sei uscita ancora più forte di prima, hai capito che tu vali e che l’entusiasmo e la grinta li devi trovare dentro te stessa. Certo, le persone che hai intorno ti possono aiutare, ma fino a quando non scatta qualcosa in te, nella tua testa… non ne uscirai mai e non tornerai a sorridere. All’inizio te la puoi raccontare dicendoti che stai bene, che tutto è passato… ma in realtà, in fondo a te stessa, sai che non è così. A piccoli passi inizi a camminare e quando prendi davvero consapevolezza che quel periodo nero è passato, allora sì che ricominci a respirare a pieni polmoni, a camminare a testa alta, a prendere coscienza di quello che vuoi dalla vita e a capire che non è giusto rinunciare a te stessa.

Photo by Rodion Kutsaev on Unsplash

Photo by Rodion Kutsaev on Unsplash

Il giorno del mio compleanno sono andata al mare e ho voluto vedere l’alba di QUEL giorno… un gesto simbolico, denso di significati… un ripartire da me…
Sono cambiata, io credo in meglio, ho iniziato a brillare della mia luce, apprezzo le piccole cose di tutti i giorni e sono serena, serena con me stessa. Non vorrei essere diversa da quello che sono. Ho la consapevolezza di essere circondata da persone che mi vogliono bene e che a me ci tengono davvero…  non sono tante, ma  sono persone importanti, quella a cui sai di poter bussare alla loro porta quando ne hai bisogno, che non ti giudicheranno e che sapranno ascoltarti. Riesci a ricostruire rapporti che non avresti mai pensato fosse possibile e ringrazi le persone per aver saputo aspettarti e per averti dato il tempo per capire. Perché queste sono persone vere.
A trent’anni riparto da me, consapevole di avere una grande forza e una grande luce.

Alessandra M.
itrentenni@gmail.com

itrentenni

itrentenni

Questo spazio è dedicato alle vostre storie.
Riflessioni, propositi, affanni, sogni, ricordi, speranze, cicatrici, obiettivi, preoccupazioni, desideri. Parole sparse, pensieri e riflessioni. Voglia di raccontarsi o semplicemente di sentirsi come a casa.
Scriveteci a itrentenni@gmail.com
itrentenni

Latest posts by itrentenni (see all)