Photo by Jason Leung on Unsplash

Buon compleanno a me

Dicono che i 30 anni siano gli anni del cambiamento.. il momento in cui cominci a vedere la tua vita con un occhio diverso, e cominci a fare le fila di tutto. 
Il momento in cui le ‘scadenze’ cominciano a bussare alla porta insistentemente: trovare un compagno, pensare alla casa, fare dei figli, avere un buon lavoro, delle tappe prestabilite (da chissà chi, poi) che invece ti fanno sentire sempre di più che la vita corre, fugge via, e tu rimani sempre un passo indietro. 
Se io guardo a questo traguardo, oggi, vedo solo una ragazzina non troppo cresciuta che ha ancora una paura terribile del futuro ma allo stesso tempo è ancora capace di emozionarsi per le piccole cose come se in realtà fossero grandi e a portata di mano.

Photo by freestocks.org on Unsplash

Photo by freestocks.org on Unsplash

Vuole aprirsi agli altri, al mondo intero, ma si sente sempre troppo poco e nonostante tutto non riesce ancora a credere di aver avuto la fortuna di incontrare sulla sua strada persone che invece le dimostrano ogni giorno quanto – nonostante i suoi mille dubbi e tutte le sue ansie – lei sia importante per qualcuno.
Non so se riesco a vedermi davvero come una donna di trent’anni, se sono capace di seguire quel ruolo, probabilmente ci sono ancora tante, troppe cose, che devo imparare, che devo aggiustare e non so se sono davvero pronta.
Ma se c’è una cosa che penso di aver imparato in tutti questi anni è che, anche se gli anni passano e divento grande, non voglio smettere di provarci, di sentire le cose come le sento, di credere che c’è sempre qualcosa di buono da qualche parte se ci guardi bene, di essere gentile – a volte anche troppo – anche se non sempre la stessa gentilezza ti ritorna indietro, di provare ad affidarmi agli altri perché, se è pur vero che ci si salva solo da soli, di sicuro avere accanto le persone giuste può solo far bene e far stare bene.

Photo by Timon Studler on Unsplash

Photo by Timon Studler on Unsplash

E se c’è una cosa che mi auguro oggi – e per gli anni a venire – è di provare ad accettare anche quelle cose che non sopporto poi così tanto di me stessa, di fidarmi sempre del mio giudizio e delle mie sensazioni anche se il più delle volte mi danno il mal di pancia e mandano la mia testa in tilt, e – cosa forse più importante di tutte – di provare ad amarmi un po’ di più… perché me lo merito.
Almeno da me stessa.

F.
itrentenni@gmail.com

itrentenni

itrentenni

Questo spazio è dedicato alle vostre storie.
Riflessioni, propositi, affanni, sogni, ricordi, speranze, cicatrici, obiettivi, preoccupazioni, desideri. Parole sparse, pensieri e riflessioni. Voglia di raccontarsi o semplicemente di sentirsi come a casa.
Scriveteci a itrentenni@gmail.com
itrentenni

Latest posts by itrentenni (see all)