Photo by Ella Jardim on Unsplash

Caro Amore

Caro Amore, penso di essermi arresa.
Arresa al tuo abbandono, alla vergogna di dovermi riadattare, ai sentimenti repressi, agli stereotipi sociali.
Mi sono lasciata andare ai tuoi messaggi mancati, ai tuoi appuntamenti saltati, alle chiamate frettolose e alle tue decisioni avventate, che mi trovavano sola.
Ho lasciato andare il cuore, l’ho lasciato stare, ho lasciato che si arrendesse anche lui.
Photo by Christopher Beloch on Unsplash

Photo by Christopher Beloch on Unsplash

Ho lasciato che la vita mi venisse a prendere a casa mentre aspettavo te.
Alla soglia dei trenta…
Non so più cosa sia capace di fare, non so più per cosa mettermi in gioco, sono nel mondo, qui, senza i requisiti giusti.
Alla soglia dei trenta penso di portarmi dentro così tanti ricordi della felicità che adesso mi sembra non poterla provare più.
Tu 40 io 23, allora.
Tu una moglie, due bambini, io un fidanzato da abbandonare.
L’amore come le più belle favole.
La storia come la più classica e una fine come unica strada.
Photo by Travis Grossen on Unsplash

Photo by Travis Grossen on Unsplash

Ti sei portato via i miei vent’anni nel modo più bello e disastroso che ci possa essere e adesso mi ritrovo con tutti questi giorni in più, senza sapere che farci.
Vado avanti svelta per lasciarti indietro, tu tieni il passo, mi raggiungi troppo facilmente.
Un compagno nuovo, una pandemia che mi fa conoscere la convivenza e una vita tranquilla davanti.
Tu corri.
Mi faccio raggiungere, a volte, ammetto.
Mi trovo ad aspettarti.
Lacrime e sorrisi quando arrivi, Lacrime e sorrisi quando te ne vai.
L’amore per un inizio non previsto, l’odio per una fine non voluta.
Photo by Priscilla Du Preez on Unsplash

Photo by Priscilla Du Preez on Unsplash

La verità è che tu non te ne andrai mai perché sarò io a non permetterlo.
Racconterò di te a chi mi parlerà di amore, diró di te quando parlerò di Galanteria, Gentilezza e Corteggiamento.
Sarai con me sempre, quando qualcuno mi aprirà lo sportello dell’auto per prendermi la mano, per baciarla.
Quando gli occhi di qualcuno sorrideranno incontrandosi coi miei.
Sarai qui quando canterò Guccini, Ligabue, Gianni Morandi, Zucchero.
Sarai qui quando ci sarà musica.
Sarai in un viaggio in macchina lunghissimo. E parleremo tutto il tempo. Parleremo di nuovo.
Photo by Matthew Henry on Unsplash

Photo by Matthew Henry on Unsplash

Ti vedrò ballare, ballerò con te un lento al tramonto, ancora. Ballerò ogni volta che ti abbraccerò, distante.
Berrò una birra ghiacciata e mangerò noccioline sentendoti raccontare del lavoro, ti vedrò bloccarti davanti al mio sorriso.
Ricorderò di te a chi avrà bisogno di capire la Dolcezza.
Griderò con te, per te, se qualcuno mancherà di rispetto ai lavoratori, alla natura.
Guarderò le piante e cercherò le tue spiegazioni.
Rimarrò innamorata del profumo della terra, di una foglia di menta strofinata sul tuo palmo.
Photo by Al Kawasa on Unsplash

Photo by Al Kawasa on Unsplash

Ti guarderò steso al sole, tenermi vicina, accarezzarmi una gamba, baciarmi un ginocchio, assaggiarmi la pelle calda, il sapore del sale, del sole stesso.
Faremo ancora gola alle anziane signore che ci spieranno un bacio.
Tornerò con la mente ad ogni momento di noi, ancora impresso in ogni gesto, magari di altri, tornerò a tutto quello che di bello mi ha tolto il fiato e tutto quello che il fiato me l’ha dato una volta in più.
Mi Piace ritrovarti perché ritrovo me.
Photo by Yoann Boyer on Unsplash

Photo by Yoann Boyer on Unsplash

Ti ho dovuto dire addio, quando non c’è stato più nulla da fare e tu hai accettato senza battere ciglio, senza lottare per me,
senza impedirmi di camminarti lontano.
Hai preteso da me la forza di vivere senza noi, questo è tutto ciò che ti rinfaccio.
L’ amore non è innamoramento, sembra stupendo solo perché non si vive a pieno, mi hanno detto.
E così proprio io, a volte, ho la stupidità di credere che non ti abbia mai amato davvero e la sincerità di dire che qualunque cosa fosse, non è dimenticabile.
Anonimo
itrentenni@gmail.com
itrentenni

itrentenni

Questo spazio è dedicato alle vostre storie.
Riflessioni, propositi, affanni, sogni, ricordi, speranze, cicatrici, obiettivi, preoccupazioni, desideri. Parole sparse, pensieri e riflessioni. Voglia di raccontarsi o semplicemente di sentirsi come a casa.
Scriveteci a itrentenni@gmail.com
itrentenni

Latest posts by itrentenni (see all)