low-cost-europa-2

Lontano da casa

Ehi tu… qual é stato il periodo più lungo lontano da casa? E per quanto tempo sei stato/a via? Una settimana ad Ibiza, due mesi a Parigi, un semestre in Erasmus in Spagna….un anno in Ungheria? Due anni a Londra? Oggi io compio sei anni a 13,000 km da casa: una volta, sei anni fa, sono uscita quasi per caso e la
Continua a leggere...

stress-da-valigia

Biglietto di sola andata per Bristol

Dov’eravamo rimasti? Ah sì, la richiesta di un orario part-time per potermi dedicare al mio blog e sperimentare la vita da freelance. È passato più di un anno dalla pubblicazione del libro dei Trentenni, e in questo tempo mi sono licenziata, ho iniziato tanti nuovi progetti, mi sono lanciata in mille avventure, ma soprattutto ho conquistato la tanto agognata libertà
Continua a leggere...

18036910282_66bc6180ee_z

Buenos Aires: la bussola che indica il Sud

Forse i trent’anni non vanno presi alla lettera. Dicono che l’età sia solo un numero. Se così fosse, potrei compiere trent’anni quando sarò pronto. Direte: “che novità!” Una stravagante teoria dell’ennesimo Peter Pan. Errore! Ho 26 anni ma il mio prossimo compleanno sarà come compierne 30. Mi sento già trentenne. Ultimamente sono stato protagonista di una serie di eventi che
Continua a leggere...

2749596821_99b5c2222a_z

Mi dicevano studia e andrai lontano. Infatti sono arrivato in Australia.

Un saluto a tutti i trentenni italiani, mi chiamo Antonino Loggia e dal 2013 vivo in Australia, mantenendomi come pizzaiolo e cuoco (junior cook) e tenendo un blog sulla terra dei canguri dove spiego come vivere in Australia. “Antonino, vediamo sempre spiagge meravigliose e visi sorridenti, l’Australia è il paradiso?” Parto subito con la domanda che gli amici in Italia
Continua a leggere...

23748113624_538788b495_z

Ventenni VS Trentenni: Le vacanze al mare

Purtroppo é inevitabile sto maturando. Per lo meno il processo é ormai iniziato, con i suoi tempi, lenti, ma é iniziato. La prova definitiva é stata quando qui a Bali, uno dei millequattrocento tassisti o presunti tali, mi ha chiamato “Mama” per chiedermi se volevo accomodarmi sul suo motorino dalla marmitta rifatta. Mama. Almeno gli altri hanno la delicatezza di
Continua a leggere...