Photo by Ray Hennessy on Unsplash

Di formiche, di cicale e di farfalle nello stomaco

Ho 30 anni (va beh, giusto 2 in più) e sono lesbica.
Ho 30 e sono lesbica, ma il problema non è certo questo, nonostante i ministri che ci ritroviamo al governo.
Ho 30 anni, sono Lesbica e il problema è che sto attraversando una crisi senza precedenti, ma si tratta di una crisi in cui sono caduti prima altri trascinandomici inesorabilmente e lasciandomi in questo vortice di disperazione, mentre loro in men che non si dica si stanno rifacendo una vita.
Photo by Enrique Ortega Miranda on Unsplash

Photo by Enrique Ortega Miranda on Unsplash

Non me li sarei aspettata così i miei 30 anni, da lesbica. Anzi, forse, tempo addietro, sì perché la disillusione, del resto, l’ha sempre fatta da padrone visto che, i film Disney della nostra epoca, valevano solo per gli etero… o per i topolini al massimo.
Negli ultimi 5 anni, però, qualcosa si era finalmente smosso, qualcosa di grande, importante e bello che mi ha aiutata tanto a crescere personalmente, ad affrontare il mondo, ad affrontare i miei genitori. Qualcosa che mi ha fatto davvero scoprire la bellezza dello stare in coppia e di ritrovare qualcuno sempre al proprio fianco: per progettare le vacanze, per uscire a cena, per passare interminabili pomeriggi di fronte a Netflix o alla Playstation, per andare a fare la spesa.
Photo by Emanuela Picone on Unsplash

Photo by Emanuela Picone on Unsplash

Questo però ad un certo punto, non basta più. Ed ecco dove sta il peso dei 30 anni.
Il peso dei 30 anni sta nella voglia di crescere e di impegnarti seriamente, di costruire qualcosa, come una brava formichina.
… Ma che ci volete fare, esistono pur sempre anche le cicale. Ed esistono anche, a 30 anni, e si rivelano per quello che sono davvero quando ormai è tardi, quando già pensi che, con una briciola di pane alla volta, anche l’altra sia una formichina pronta a lavorare con te.
vlad-tchompalov-dQkXoqQLn40-unsplash

Photo by Vlad Tchompalov on Unsplash

E invece nulla, la cicala si accorge che non può smettere di frinire, che, dopo tutta la vita passata insieme, non ne vale comunque la pena e, in meno di due mesi, va a cercare un’altra formichina (o chissà che non si rivelerà a sua volta cicala) che subito viene eletta a sua nuova regina, nonostante ti pensi ancora intensamente e continuamente, per sua stessa ammissione.
E così, tutto si sgretola senza nemmeno parlarne: il progetto di una convivenza seria, di un’unione, di una famiglia. Un bel giorno ci si ritrova di fronte al fatto compiuto, ad una bella spruzzata di DDT in testa che ammazza noi formichine in un baleno.
Photo by Matt Artz on Unsplash

Photo by Matt Artz on Unsplash

E in quante stanno attraversando la stessa cosa?
In quante ci siamo ritrovate con delle cicale che rifuggono davanti agli impegni ormai imminenti?
Perché, del resto, le cicale preferiscono cantare con le farfalle nello stomaco, finché durano, anziché pensare al domani, come se il problema poi non si ripresentasse più.
Ho 30 anni, sono lesbica, ed il mio problema siete voi, maledette cicale.
2121
itrentenni@gmail.com
itrentenni

itrentenni

Questo spazio è dedicato alle vostre storie.
Riflessioni, propositi, affanni, sogni, ricordi, speranze, cicatrici, obiettivi, preoccupazioni, desideri. Parole sparse, pensieri e riflessioni. Voglia di raccontarsi o semplicemente di sentirsi come a casa.
Scriveteci a itrentenni@gmail.com
itrentenni

Latest posts by itrentenni (see all)