Photo by Devin Avery on Unsplash

Due anni fa

Esattamente due anni fa pubblicavate un mio pensiero sulla vostra, nostra, pagina…grazie ai ricordi di Facebook, ho riletto i miei pensieri, di me ventinovenne pronto ad entrare nel decennio degli enta.
In questi due anni sono successe varie cose, amici che si sono promessi amore eterno iniziando una vita insieme, il piccolo Davide è arrivato, facendoci diventare tutti zii, a noi della compagnia, il gruppo di amici per il quale vale la frase “Ma da quanto tempo ci conosciamo?”, l’amore che volevo sposare è andato via, portando con sé molte cose, ma non la voglia di sorridere, quella non me la ruberà nessuno.

Photo by Helena Lopes on Unsplash

Photo by Helena Lopes on Unsplash

A soli due anni nel mondo dei trenta mi sono ritrovato senza quella certezza di come, o meglio di con chi volevo invecchiare e dormire nello stesso letto per tutta la vita.
Pensi che ormai passati i trenta sia difficile ricominciare tutto e creare qualcosa di nuovo che punti al “per sempre”, a trent’anni sei vecchio ti dici la sera mentre ti metti a letto…

Photo by Fleur Treurniet on Unsplash

Photo by Fleur Treurniet on Unsplash

Poi ti accorgi che vecchio, è chi vuole essere vecchio, che hai trent’anni, ma tutti ti dicono che ne dimostri meno, che l’estate appena trascorsa è stata l’estate dove hai visto più albe nonostante la sveglia la mattina per andare a lavorare, che nonostante abiti in un paese di quaranta mila abitanti c’è ancora molta gente da conoscere e se pensi a quante ce ne sono nel mondo ti senti una briciola.

Photo by Jack Finnigan on Unsplash

Photo by Jack Finnigan on Unsplash

Ho trentadue anni e devo pianificare nuovamente la mia vita, ma tutto questo non mi spaventa, non mi spaventa perché ho trent’anni e so che il mondo appartiene a noi, siamo la generazione che è il reale motore di tutto, siamo noi trentenni che facciamo la nuova musica, siamo noi che abbiamo il coraggio di aprire nuove attività, siamo sempre noi che compriamo ancora i libri da leggere, i ventenni non leggono e gli adulti per sentirsi giovani acquistano gli ebooks, siamo noi che siamo la congiunzione tra il mondo prima e dopo internet, gli unici a usare il modem 56k e sapere cos’è la super fibra, siamo una generazione vincente se lo vogliamo, nonostante tutto quello che ci può accadere intorno dobbiamo pensare che NOI possiamo fare tutto quello che vogliamo basta non perdere il sorriso e la voglia di sognare.

Photo by Tim Foster on Unsplash

Photo by Tim Foster on Unsplash

Mi è venuto in mente Freccia (dal film radio freccia) quando dice:
“Te sta dentro, che qua fuori è un brutto mondo”, beh io dentro non ci voglio stare, ma voglio stare in questo brutto mondo e se mi è concesso voglio renderlo un posto migliore con il mio sorriso, anche per chi ha cercato di togliermelo, sono un trentenne nel duemiladiciotto e come me tutti i trentenni possiamo realizzare qualsiasi cosa vogliamo.

R.
itrentenni@gmail.com

itrentenni

itrentenni

Questo spazio è dedicato alle vostre storie.
Riflessioni, propositi, affanni, sogni, ricordi, speranze, cicatrici, obiettivi, preoccupazioni, desideri. Parole sparse, pensieri e riflessioni. Voglia di raccontarsi o semplicemente di sentirsi come a casa.
Scriveteci a itrentenni@gmail.com
itrentenni

Latest posts by itrentenni (see all)