33_2010small

Eppure

Ho capito d’avere 2 volte 15 anni + 3 quando mi sono accorta che i messaggi di testo col telefonino, io, li scrivo usando l’indice.
Un solo dito.
Non tutte e due le mani.
Ma una e un solo dito.
mobile-user-1-660x370I teenagers vanno a palla, potrebbero scrivere un’enciclopedia in dieci minuti, io, se tutto va bene, se nessuno mi taglia la strada, al massimo ti posso scrivere:
“dammi un attimo, arrivo a casa e ti spiego meglio”.
Una cosa alla volta per favore. O esco il sabato sera o faccio qualcosa la domenica mattina.
Se dopo lavoro torno a casa e mi infilo la tuta non credermi capace di rivestirmi per andare a fare un aperitivo.
nrm_1416453258-5981fcaeab8dc0d3f5b78747c6231382-7-look-per-stare-in-casaO subito o niente.
O bevo birra o m’attacco ai superalcolici (a tuo rischio e pericolo), o sorseggio vino rosso o bianco, se mi offri prima l’uno, poi l’altro per poi tornare al primo, è perchè mi vuoi male.
Una cosa alla volta e con ordine grazie.
Eppure, ho due lavori (senza contare il blog) e i progetti personali e, mentre cucino le polpette al cumino, twitto cose, tanto per far credere alla gente che sono simpatica, sociale (che fa rima con orso polare) e che ho tempo da vendere.
Twitter_timeline

Sono un’insicura cronica.
Eppure, un giorno ho preso il mio ragazzo e gli ho detto:
“Molliamo tutto e andiamo a vivere a Barcellona; stiamo lì, impariamo la lingua e poi vediamo”.
Così, come se gli avessi chiesto di andare a cena dal pakistano sotto casa.
Ed eccoci ancora qua.
parc-guell-barcellonaGli amici rimasti in Italia pensano che sono perennemente in vacanza, che in Spagna mi diletto a contare i chicchi della paella e che faccio gli after come quando avevo 17 anni.
La verità è che lavoro di brutto, esco poco ma quando lo faccio lo faccio bene.
Pubblico più di una foto su instagramm e sono a posto. Almeno per 5 giorni posso godermi in santa pace la mia solitudine.

Ho le occhiaie perenni, sento di non arrivare mai dove vorrei, ho paura e mi autocritico costantemente ma sono felice, se ci penso bene.
Non sembra ma lo sono.
o-happy-faceEppure, almeno una volta al giorno, il cuore mi arriva alla gola.
E non so cos’è.
Forse i miei 2 volte 15 anni + 3 c’entrano qualcosa.
Magari si tratta di nostalgia o di “tutte quelle maledette esistenze che potrebbero farci felici, se non fossimo alle prese con la nostra” (dal libro: quattro etti d’amore grazie).
O della libertà e felicità e di come spesso una confonda l’altra.

Eppure sono felice.
Claudia
itrentenni@gmail.com
itrentenni

itrentenni

Questo spazio è dedicato alle vostre storie.
Riflessioni, propositi, affanni, sogni, ricordi, speranze, cicatrici, obiettivi, preoccupazioni, desideri. Parole sparse, pensieri e riflessioni. Voglia di raccontarsi o semplicemente di sentirsi come a casa.
Scriveteci a itrentenni@gmail.com
itrentenni

Latest posts by itrentenni (see all)