Photo by Lindsay Henwood on Unsplash

La vita ricomincia a 34 anni

La mezzanotte del mio trentesimo compleanno me la ricordo come fosse ieri… ero seduta sulla riva della Senna con il ragazzo di cui ero perdutamente innamorata che imbracciava una chitarra e mi cantava “tanti auguri a te”, progettavamo di andare a vivere insieme, dopo anni che stavamo insieme, appena usciti da una brutta crisi e con tanta voglia di ricominciare e aggredire il futuro che ci aspettava…
joshua-sortino-215039-unsplash

Photo by Joshua Sortino on Unsplash

Sembrava perfetto, invece la vita a volte ti cambia le carte in tavola: neanche un anno dopo, tenevo la mano a mio padre che se ne stava andando per un tumore ai polmoni e lì la vita ti spinge a crescere davvero. Quando spingi papà su una sedia a rotelle, il papà, quello che per noi ragazze è quello che uccide i mostri e per cui siamo sempre delle principesse, ti fa sentire vulnerabile come mai prima, leggere la paura nei suoi occhi, fa sì che la vita non sia più la stessa.

Photo by Jamieson Murphy on Unsplash

Photo by Jamieson Murphy on Unsplash

Credo che la morte di mio padre sia stata, la spinta iniziale della biglia, sul piano inclinato. Sono andata a vivere con il mio ragazzo, ma mi sono sentita così sola e le cose sono andate sempre peggio fino a che non ho messo in discussione tutto.
Mi trovavo in un rapporto ormai logoro, in cui io mi sforzavo ogni giorno di essere quella che lui voleva, trovando però sempre più frustrazione e l’autostima distrutta.
La tensione era palese, fino a che un giorno rientrando a casa da un viaggio di lavoro, l’ho trovata vuota, non aveva avuto nemmeno il coraggio di parlarmi prima di andarsene o di lasciarmi un biglietto.
Photo by Ali Yahya on Unsplash

Photo by Ali Yahya on Unsplash

Però devi trovare la forza di andare avanti, e in qualche modo lo fai… ho passato tutte le fasi del dolore e dell’elaborazione del lutto. Ho reagito per prima cosa tagliando i miei lunghi capelli castani e tingendoli di rosso… un po’ come facciamo tutte, una nuova vita comincia innanzitutto da un nuovo taglio di capelli.
È stato un percorso lungo, complicato, in cui prima di tutto devi ricominciare a trovare te stessa… a 34 anni con una fase quasi da adolescente, riprovare ad aprirsi all’amore con il terrore folle di essere ferita di nuovo, una nuova casa, da sola  e con due gatti, come nella migliore tradizione degli stereotipi sulle gattare single…
Photo by Timothy Meinberg on Unsplash

Photo by Timothy Meinberg on Unsplash

Eppure ogni mattina mi sveglio e guardandomi allo specchio credo ogni giorno di essere più simile a me… e lotto per realizzare piccoli grandi progetti in cui mi appassiono.
Chi l’avrebbe mai detto che si poteva ricominciare a vivere a 34 anni.

C.

itrentenni@gmail.com

itrentenni

itrentenni

Questo spazio è dedicato alle vostre storie.
Riflessioni, propositi, affanni, sogni, ricordi, speranze, cicatrici, obiettivi, preoccupazioni, desideri. Parole sparse, pensieri e riflessioni. Voglia di raccontarsi o semplicemente di sentirsi come a casa.
Scriveteci a itrentenni@gmail.com
itrentenni

Latest posts by itrentenni (see all)