Photo by Thought Catalog on Unsplash

Le mie Liste

Io sono una da liste.
Lista delle cose da fare a lavoro, lista della spesa, dei regali, lista dei lavori di casa, lista dei libri da comprare, ect, ect.
Tutte le mie liste hanno una cosa in comune: sono fatte da me per me, è il mio modo di organizzarmi, di cercare di fare ordine tra le cose della mia vita. Spuntarle dipende solo da me.
Poi arriva lui e vieni fuori un’altra lista: lista delle cose da fare insieme.
Un passo indietro: Come sono arrivata a questa lista?

Photo by Amy Humphries on Unsplash

Photo by Amy Humphries on Unsplash

Ci sono arrivata per fuggire: fuggivo dai sentimenti per l’uomo sbagliato, l’ennesimo. E poi fuggivo dalla paura che la mia testa, i miei pensieri restassero incastrati nell’isolamento, quel #lockdown causato da colui che non può essere nominato.
Così mi ritrovo a casa, lavoro da casa, vivo nei metri quadri che ancora sto pagando, condividendo una condizione di milioni di persone e sono fortunata più di molti altri.
Ma mentre mi sforzo di chiudere fuori di casa le paure per me e soprattutto per le persone che amo, certi pensieri, certi mostri me li porto dentro, e sono chiusi dentro casa con me.

Così, siamo sempre io e AnZia (la chiamo in maniera amichevole).
Ho trentasette anni, un lavoro che amo, una cosa tutta mia, che ho costruito da me e per me. Sono una figlia, sorella, cognata, zia e amica fortunatissima. Ho le mie ferite, come tutti.
Il mio punto debole: gli uomini, l’amore.
E infatti, sono un insieme di stupidi cliché con gli uomini. Volete la lista?
- Quello da una notte e via  (vari in realtà)
- Fidanzato
- Doppia personalità
- Bugiardo patologico
- Sei troppo per me
- Sposato (ancora penso che finirò all’inferno per questo!!)
- Più giovane
- Bello che non balla
- L’amico
- Quello giusto al momento sbagliato

Photo by Elizabeth Tsung on Unsplash

Photo by Elizabeth Tsung on Unsplash

Eccolo è lui: che sbandata! Ma non si può. Anche se con lui rido come con nessuno, anche se la nostra attrazione si trasforma in pura elettricità, anche se sarebbe bello scoprire come potrebbe essere. Con lui non si può.
Ed quindi ricado in uno dei miei cliché preferiti: chiodo scaccia chiodo.
Ora vorrei far notare che tutto questo l’ho dovuto gestire nel bel mezzo del #lockdown… Ma ho un prescelto.
Non mi giudicate anche Voi, più di quanto non faccia già io che poi mi rispondo per giustificarmi “è spirito di sopravvivenza”.
Così lui è stato accuratamente selezionato perché LIBERO (non accoppiato ufficialmente), in apparenza ben educato e  intelligente, non particolarmente intraprendente e, cosa fondamentale, pare proprio che non mi si fili, il che accende in me la voglia di sfida.

Photo by Debby Hudson on Unsplash

Photo by Debby Hudson on Unsplash

Iniziamo a scriverci (benedette siano le chat e benedetta sia l’epoca dei social, almeno per questo!). Altro non si poteva fare. Solo esclusivamente scriverci. Le lunghe sere dell’isolamento diventarono un po’ più corte.
È realmente ben educato, intelligente, pieno di passioni e hobby, non è intraprendente e non lascia il ben che minimo spazio alle sue emozioni.  È un mondo, proprio come me, come tutti.
Potevamo scriverci, e adesso qualche chiacchierata spesso viene fuori: se potessimo uscire, potremmo…, magari una volta andremo…, appena sarà possibile faremo…
Per me sono parole, chiacchiere, distrazioni.
Lui invece di tutto ciò che ci diciamo tiene una lista. La lista delle cose da fare insieme.

Poi una sera me l’ha mostrata: l’ha aggiornata con tutto ciò che ci siamo detti che avremmo fatto. Mi ha sorpreso questa cosa, spiazzata.
E ora?
Ora piano piano si riparte, ora bisogna ricominciare. Attenzione: AnZia sta là (mai in vacanza) a ricordarmi che la fregatura è dietro l’angolo che sto semplicemente per spuntare ancora la mia lista degli uomini sbagliati. (Non sia mai si facesse i fatti suoi…!)
E io devo fare i conti con i miei sentimenti ancora non sopiti per l’uomo sbagliato (vedi lista ultimo punto) e con un “chiodo” che non è una distrazione ma una persona in carne e ossa, complessa.
La morale? Pensavo che la mia vita fosse andata in stand by, ma colui che non può essere nominato, il Coronavirus, in questo non è riuscito. Ci ha chiusi in casa, ma non ci ha fermati.
E io ricomincio, con le mie liste e una tutta nuova, spuntarla non dipende solo da me. 

A.A.
itrentenni@gmail.com

itrentenni

itrentenni

Questo spazio è dedicato alle vostre storie.
Riflessioni, propositi, affanni, sogni, ricordi, speranze, cicatrici, obiettivi, preoccupazioni, desideri. Parole sparse, pensieri e riflessioni. Voglia di raccontarsi o semplicemente di sentirsi come a casa.
Scriveteci a itrentenni@gmail.com
itrentenni

Latest posts by itrentenni (see all)