BEGIN-AGAIN-cambiare-vita

Trenta e ricomincio

Io i miei trent’anni meritavo di festeggiarli, invece mi sono ritrovata catapultata in una nuova vita, dopo aver lasciato quella appena costruita. Non ho demolito tutto, ma ho strappato le radici dalla mia terra, qualunque essa sia… ma vedete, dopo tante riflessioni prima di partire, prima di salutare tutti, da ogni singola persona ad un’intera città, sono arrivata a capire
Continua a leggere...

1200px-Da_grande_-_Pozzetto

Da grande

E così un giorno di luglio (così come facevano i miei genitori) sono partita dal mare lasciando lì il mio bimbo con la nonna e sono venuta al lavoro, e ho pensato di scrivere anche io le mie impressioni da quasi trentaquattrenne. E quindi mi presento in tutte le mie contraddizioni: a trentaquattro anni ho un lavoro che molti definirebbero
Continua a leggere...

immagine-punto-interrogativo1

Trenta e i “forse”, “non lo so”, “chissà”, “chi vivrà vedrà”!

Di anni io ne ho 33, e mi chiedo ancora dove stia andando, con chi, come e soprattutto perché. Fino a qui tutto bene e se mi guardo indietro ecco cosa vedo: un’infanzia strana, un’adolescenza travagliata che mi ha fatto conoscere l’ansia (quella patologica con la quale oggi convivo e vado anche d’accordo), un diploma preso con il massimo dei
Continua a leggere...

American-Statue-of-font-b-Liberty-b-font-Poster-New-York-Landmark-Statue-Home-Decoration-Landscape

I Trentenni italiani a New York

Come si vive a New York da trentenni? Con alti e bassi. Come dappertutto.  Solo che forse qui gli alti sono più alti. E i bassi più bassi. La grande differenza la fa la città: quando tutto va male, così come quando tutto va bene, si può uscire di casa e camminare per ore e farsi immergere dai colori, dai
Continua a leggere...

vanesaparadis_cf66b26456125b1a2561018e1

Perfettamente imperfetti

Trentadue anni, due lauree, due rapporti importanti alle spalle, due o tre storie da adolescente, un rapporto di “affettuosa amicizia” che non decolla e fa soffrire, le giornate divise tra due lavori, il cuore diviso tra quello che vorrei davvero e quello che invece la vita mi presenta. Troppo complicato spiegare perché nonostante lavori 60 ore la settimana non possa permettermi
Continua a leggere...