Woman trying to close suitcase

Partire a 30 anni VS partire a 20 anni – le 5 differenze

Partire per un weekend a 30 anni non è come partire per un weekend a 20 anni.

Non c’è bisogno che argomenti vero?

Andiamo dritte dritte al nocciolo e parliamo di differenze.

Eccole:

1 – Amiche o fidanzato?

A 20 anni il weekend ideale è AMICHE, AMICHE, AMICHE. Limoni, limoni, limoni.

A 30 anni il weekend ideale, se sei fidanzato/sposato, è col fidanzato/marito. Perché il tempo che hai a disposizione per stare col fidanzato si riduce a UN MINUTO. Perlomeno se fai la vita che sto facendo io adesso. Ovvero: lavoro, lavoro, lavoro. Che per carità va benissimo eh? Però, come dire, ecco, insomma, avete capito no?

9-single-girl-shows-to-watch-the-everygirl-2

2 – Capitale europea o città facilmente raggiungibile?

A 20 anni: capitale europea con tanto di voli a orari improponibili, che “tanto che ci frega, facciamo il dritto”.

A 30 anni: città facilmente raggiungibile che “col cazzo che dormo due ore per prendere l’aereo delle 6 del mattino”

6am

 3 – Zaino in spalla o Trolley?

A 20 anni: Zaino in spalla e via.

A 30: trolley che porto anche il piumino, metti che nevica?. “Ma è settembre!”. “Non si sa mai.

daily-lab-valigia

 4 – Discoteca o cenetta?

A 20 anni: cena alle 22, discoteca, chupiti, limoni, limoni, limoni e morte fino alle 2 del pomeriggio dopo.

A 30: “signorina, c’è posto solo alle 20”. “Va bene va bene”. Cena all’orario delle galline alle 20. Una bottiglia di vino rosso in due e letto.

chupiti

 5 – Shopping o passeggiate lunghissime fino ad avere mal di piedi?

A 20 anni: shopping, shopping shopping. Non importa se Zara c’è anche nella tua città, magari a Madrid ci sono cose diverse.

A 30 anni: “arriviamo fino a lì???”. “Ma si dai sono solo 7 chilometri da qui e poi la statua del dio Greco, metà asino, metà rinoceronte non l’abbiamo mai vista”

statua-Vaartkapoenen

Si, improvvisamente a 30 anni iniziano ad interessarti anche i monumenti che mai e poi mai avresti pensato esistessero.

È per questo che quando Control italia mi ha proposto di partire per un weekend a Roma con Luca, il mio fidanzato, visitare i 5 Love Spot da loro consigliati e fare il take over del loro profilo Instagram mi è sembrata subito una figata. il connubio lavoro e divertimento è tutto quello che potevamo desiderare. E soprattutto TEMPO A DISPOSIZIONE PER NOI.

Siamo andati a Roma in treno perché “col cazzo che prendo l’aereo alle 6 del mattino”, e abbiamo visto e soprattutto scoperto un sacco di cose carine.

IMG_5175

Ecco qui sotto il riassunto della nostra vacanza!!!

1 – La Fontana degli innamorati alla Fontana di Trevi

Tutti conosciamo la Fontana di Trevi ma non tutti sanno che sul lato destro esterno della fontana si trova la fontana degli innamorati.

Le coppie che bevono a questa fontanella resteranno innamorate e fedeli per sempre.  Un semplice rito che, in passato, si svolgeva alla partenza del fidanzato, specialmente quando la lontananza, come durante il servizio militare, era prolungata nel tempo. La sera precedente all’addio i due giovani si recavano alla fontanella; la ragazza riempiva un bicchiere mai usato prima e lo offriva all’innamorato. Il bicchiere doveva essere rotto. In questo modo, la ragazza era certa di non perdere la persona amata.

IMG_5194 IMG_5195

2 – La Bocca della verità

Dove Luca ha chiesto questo: “Bocca della verità, Silvia dice di essere la donna della mia vita e soprattutto mi ha promesso che imparerà a cucinare, è la Verita?”

Risultato:

IMG_5225

 

3 – Il Roseto Comunale

È un posto meraviglioso dove crescono rose di ogni genere. È aperto solo durante le a primavera e per un breve periodo a ottobre. Ma la passeggiata per arrivarci è valsa tutta. E poi si sentiva il profumo di Rose comunque.

Qui sotto Circo Massimo accanto al Roseto

IMG_5214

4 – Il cannone del Gianicolo
Stupendissima la vista ed emozionante lo scoppio. Ogni domenica a mezzogiorno. Anche in questo caso tornate giù a piedi passando dalla Fontana dell’Acquapaola, quella della scena iniziale de La Grande Bellezza di Paolo Sorrentino e il “fontanone” di Venditti in Roma Capoccia. Da vera sindrome di Stendhal.

IMG_5243

5 – Il Wall of Fame a Testaccio.

Super underground, un po’ New York un po’ Hollywood.

Disegnato da J.B. Rock, si tratta di un murale lungo 60 metri che esalta i volti dei personaggi più o meno celebri che hanno segnato la sua esistenza e che si susseguono in ordine alfabetico (da Alighieri Dante a Zorro). Via dei Magazzini Generali.

IMG_5274 IMG_5275

Grazie a Control per questa esperienza! Ah ovviamente abbiamo camminato e basta, la sera bottiglia di vino in due, e i preservativi sono rimasti nella confezione!!!!!

IMG_5164

Se volete scoprire la special edition di Control “Falling In Love in” e i luoghi più romantici di Barcellona, Lisbona, Madrid, Milano e Porto, dove portarci il/la vostro/a lui/lei e magari usare anche i preservativi a fine weekend invece di svenire tramortiti a letto, ecco il link ufficiale: http://fallinginlove.control.it

 Silvia

Silvia Rossi
Follow us

Silvia Rossi

Io sono Silvia, ho 33 anni e faccio la giornalista e l'attrice. Amo ascoltare le storie delle persone e raccontarle nuovamente, a modo mio. Cerco sempre di trovare il lato divertente delle cose. Rido spesso di me e amo l’ironia, in tutte le sue forme.
Silvia Rossi
Follow us

Latest posts by Silvia Rossi (see all)