Photo by Sebastien Gabriel on Unsplash

The best is yet to come

Trent’anni… Come ogni traguardo raggiunto, ci si ritrova a fare dei bilanci e così mi ritrovo a segnare su Notes (mentre sono in metro e me ne vado sù e giù per la città) le cose e le persone che mi sono portata dietro fino a qui.
Vengo da una famiglia che definire disastrata è dire poco (crescendo ho imparato che è una cosa molto più che comune) ed è forse per questo che ne ho voluta una tutta mia qualche anno fa.
Volevo essere una buona madre, e spero proprio di esserci riuscita in questi primi anni di vita di mio figlio.
Non si arriva a 30 anni incolumi dalle sconfitte e dalle delusioni, sia che esse ci vengano inflitte dalla famiglia di origine o dalla vita.
Siamo dei guerrieri che hanno visto apparire sulla loro armatura lucente delle ammaccature e soprattutto a 30 anni abbiamo il potere di lucidarle con un sorriso.

Photo by Brooke Cagle on Unsplash

Photo by Brooke Cagle on Unsplash

Siamo ciò che siamo stati: le nostre insicurezze fisiche, le paure e il nostro sentirci inadeguate nello studio, nel lavoro, in camera da letto con un ragazzo. Ma siamo anche la gioia delle prime scoperte, quelle che hanno creduto alla amicizia vera e alle farfalle nello stomaco, che abbiamo fatto il bagno di notte e avuto 4 orgasmi in una notte sola!
Nella ME di oggi ci sarà sempre un po’ della ragazza che perse letteralmente la testa per quel ragazzo dal nome francese 15 anni fa e a cui ancora oggi voglio un gran bene, quella che prese un aereo solo per andare a ballare a Londra e rientrare il giorno dopo, sono la ragazza che ha fatto da madre a sua madre perché non stava bene, che aveva – e forse ha ancora- un atteggiamento “borderline” nel suo affrontare la vita: sono salita con lei su le montagne russe che alcuni giorni ci hanno fatto sfiorare il cielo, ed altri, ci hanno portate all’inferno.
In questi miei nuovi 30 anni mi porto dietro il mio sano egoismo: ho imparato a mie spese che non si può vivere di sensi di colpa quando non riusciamo a curare gli altri, che anche noi abbiamo il sacrosanto diritto di essere felici.
Mi sono costruita una famiglia, la mia oasi felice.

Photo by Andre Hunter on Unsplash

Photo by Andre Hunter on Unsplash

Quando ho incontrato quello che oggi è mio marito, ero anche io la classica studentessa universitaria tutto pepe e sfrontatezza.
Non so bene cosa mi è scattato quando ho incontrato V. perché non mi piaceva per niente, ma ero totalmente attratta da lui e  dal suo modo razionale di affrontare la vita e i suoi problemi.
Volevo star da sola coi miei casini ma non riuscivo a lasciarlo andare. Eh già, siamo anche quelle scelte fatte senza un motivo apparente, chiamatelo destino o chissà che…
Ho imparato che le certezze non esistono, che sono frutto di un momento, che siamo in continua evoluzione anche quando non lo vediamo.
Che la porta che abbiamo deciso di chiudere, qualche volta ci ha aperto un portone mentre altre volte non ci ha portato proprio da nessuna parte. Quella porta presa in faccia ci ha però tolte dal Limbo perché ci ha fatto vivere emozioni forti ed uniche, ci ha fatto compiere una Scelta.

Photo by Robert Anasch on Unsplash

Photo by Robert Anasch on Unsplash

Siamo chi siamo.
Con i nostri Sì cantati sotto le stelle e i NO urlati in macchina da sole…
Siamo le persone che ci hanno voluto accanto e quelle che ci hanno lasciato andar via, siamo chi abbiamo amato e odiato.
Siamo la Gioia di chi ha visto 2 linee sul test di gravidanza e l’angoscia di ch,i a quelle due linee, ha voluto rinunciare perché non se la sentiva.
Abbiamo 30 anni e abbiamo il mondo in mano, sappiamo qualcosa in più dei nostri 20 anni e ne sapremo ancora di più tra 10 anni.
The best is yet to come.

M.
itrentenni@gmail.com

itrentenni

itrentenni

Questo spazio è dedicato alle vostre storie.
Riflessioni, propositi, affanni, sogni, ricordi, speranze, cicatrici, obiettivi, preoccupazioni, desideri. Parole sparse, pensieri e riflessioni. Voglia di raccontarsi o semplicemente di sentirsi come a casa.
Scriveteci a itrentenni@gmail.com
itrentenni

Latest posts by itrentenni (see all)