Photo by Annie Spratt on Unsplash

Topolino sul polso, una fede al dito e un cucchiaino in mano

Succede che mentre te ne stai al pc, finendo l’omogenizzato di frutta biologica che tua figlia non ne vuole sapere di mangiare, con la coda dell’occhio intravedi l’orologio di Topolino sul polso e la fede al dito e ti improvvisamente ti accorgi (non necessariamente in questo ordine) che:
1. Sei grande, una donna, sposata e madre;
2. L’orologio di Topolino di Primark è probabilmente uno dei migliori acquisti fatti ultimamente.
Ed entrambe le cose un po’ ti inquietano e un po’ ti fanno sorridere.

Photo by Brandi Redd on Unsplash

Photo by Brandi Redd on Unsplash

Sorrido perché, finora, a 31 anni suonati, non è poi andata così male. Anche a dispetto di quella professoressa che, all’esame di maturità, mi chiese come pensassi di cavarmela nel mondo, che van bene i bei voti, ma con un carattere “molle” come il mio…
Risposi che ci avrei messo impegno, forza di volontà e rispetto dell’altro.
Me la sono cavata, e anche piuttosto bene, grazie a quei valori che mio padre mi ha trasmesso. Probabilmente è fortuna, forse anche un po’ merito… Una laurea in tasca, un po’ di (anche se non abbastanza) viaggi alle spalle, un lavoro che mi piace e che mi gratifica e che molti invidierebbero.

Photo by Slava Bowman on Unsplash

Photo by Slava Bowman on Unsplash

Ho ancora accanto a me gli amici, quelli veri; ne ho lasciato per strada qualcuno, ma forse non ne valeva la pena.
Ho sposato il ragazzo che mi piaceva quando avevo 17 anni e che il destino ha rimesso per caso, o forse no, sulla mia strada. E anche se ha qualche chilo in più e qualche capello in meno, resta sempre il più figo.

Photo by Mahkeo on Unsplash

Photo by Mahkeo on Unsplash

E io, che non è che fossi un esempio di una con l’istinto materno e forse non lo sono nemmeno ora, ho scoperto che esiste un amore che ti fa aprire il cuore, che ti fa svegliare la notte a tutte le ore, quando un anno fa nemmeno le cannonate, e che mamme un po’ ci si prova e un po’ si diventa, giorno dopo giorno. Eh sì, sono una ragazza fortunata.

PS: L’omogenizzato mango, albicocca e banana era delizioso. <

N.
itrentenni@gmail.com

itrentenni

itrentenni

Questo spazio è dedicato alle vostre storie.
Riflessioni, propositi, affanni, sogni, ricordi, speranze, cicatrici, obiettivi, preoccupazioni, desideri. Parole sparse, pensieri e riflessioni. Voglia di raccontarsi o semplicemente di sentirsi come a casa.
Scriveteci a itrentenni@gmail.com
itrentenni

Latest posts by itrentenni (see all)