Photo by Zoltan Kovacs on Unsplash

Trenta il mio punto di partenza

32 anni (quasi), una vita cominciata da un paio di anni,
Sono stata la ragazza amica di tutti, timorosa, non ero sicura di me e di quello che stavo diventando, non mi piacevo.
Allontanavo tutti, con aria di supponenza e antipatia che nascondeva ben altro…
Poi la svolta, fatta con forze che non sapevo di possedere, con attimi di turbamento e fragilità estreme… ho pianto, ho pianto tanto, ma ormai ero decisa, dovevo uscire fuori di casa per dimostrare a me stessa di essere in grado di bastare a me.

Photo by Guilherme Stecanella on Unsplash

Photo by Guilherme Stecanella on Unsplash

Un lavoro, il primo realmente tale, alla soglia dei 30 una città nuova, lontanissima dalla mia.
Ho faticato a dimostrare quello che sono, prima di tutto è stato difficile capirlo in prima persona…
Poi le gratificazioni, colleghi che ti stimano, tu che inizi a sentirti diversa, forse finalmente donna, inizi a curarti, a vederti bella, non temi più così tanto il giudizio degli altri.
Ritorni a casa, nuova in un mondo vecchio, e anche qui si accorgono della mia trasformazione.
Poi quando non ci speravi e pensavi piú un fulmine a ciel sereno: in una notte d’ estate, un ragazzo, due anime che in parte simili, in parte talmente diverse, si sono trovate, amate, desiderate.

Photo by Sweet Ice Cream Photography on Unsplash

Photo by Sweet Ice Cream Photography on Unsplash

Ho coronato tutti i miei desideri in pochi mesi. Sentirsi amata, sostenuta non ha prezzo, ti rende invincibile.
La scelta di ripartire per continuare a costruire quella nuova me e quel lavoro che mi aspettava lontano.
Non è facile, vivere distanti solo dopo pochi mesi, ma intensi, accontentarsi di lunghe telefonate e le ansie che a volte incombono.
Sarà tutto come prima? Sarà stata la scelta giusta?
Perché dover sacrificare una parte della propria vita : lavoro o amore?

Photo by Artem Kovalev on Unsplash

Photo by Artem Kovalev on Unsplash

Non ho risposte adesso, continuiamo a costruire il nostro sogno d’amore a distanza, va bene a giorni alterni ma non voglio assolutamente rinunciare a questo sogno e nemmeno a questa nuova me.
Trent’anni sono complicati e bellissimi
Per me non sono stati un punto d’arrivo, ma il vero trampolino di lancio, verso la vita da adulti.

S.
itrentenni@gmail.com

itrentenni

itrentenni

Questo spazio è dedicato alle vostre storie.
Riflessioni, propositi, affanni, sogni, ricordi, speranze, cicatrici, obiettivi, preoccupazioni, desideri. Parole sparse, pensieri e riflessioni. Voglia di raccontarsi o semplicemente di sentirsi come a casa.
Scriveteci a itrentenni@gmail.com
itrentenni

Latest posts by itrentenni (see all)