opzioni-binarie

Trent’anni e cambiare rotta

Sono, si può dire, una “neo-trentenne”, ma già da poco prima di spegnere le fatidiche candeline in quella splendida red velvet decorata in pasta di zucchero, ho iniziato a sentire una sorta di “peso” alle mie spalle; c’è chi lo chiama “il peso delle responsabilità”, chi “orologio biologico”, chi semplicemente “a 30 anni ancora così stai?”.
E questo peso lo trascino tuttora. Ho un fidanzato splendido che sposerò il prossimo anno;  viviamo in una bella casa; lui lavora e guadagna abbastanza bene…e fin qui direste “quindi?”
81-wedding-planning-and-services
Quindi…rimango io. Ho studiato per anni all’università da fuori sede per avere una laurea in lingue che potevo sfruttare per “andare fuori” come fanno tutti i ragazzi della mia età.
Dopo la laurea, è andata diversamente: ho trovato l’amore e sono rimasta qui, nella piccola città siciliana dallo splendido mare e dalla mentalità ottusa di cui sono originaria. Ho lavorato stagionalmente e/o da precaria nel campo del turismo, perché qui di inerente ai miei studi c’è solo questo, se sei fortunata.
Ma poi qualcosa è scattato in me, come una voglia improvvisa di cambiare tutto, e ho deciso che avrei sfruttato una delle mie passioni, nella speranza, un giorno, di trasformarla in un lavoro: il make up.
beauty-vloggers-malaysiaSono sempre stata una persona molto creativa, con tante idee per la testa ma, al momento di cercare un modo per metterle in pratica, mi sono sempre bloccata: ho sempre avuto come una vocina nella testa che mi ripete:“lascia perdere, non è la cosa giusta”.
Al momento di decidere cosa fare dopo il diploma, ho scelto la facoltà di lingue anziché l’accademia di moda, “perché disegnare non ti darà da mangiare”, e sono andata avanti seguendo una sorta di copione che sembrava scritto da altri.
Poi un giorno, la “svolta”: dopo vari corsi brevi (perché i corsi per make up artist annuali non potevo permettermeli) trovo un corso gratuito per estetista, e decido che la mia vita avrebbe cambiato rotta definitivamente.
Fai-un-passo-e-la-strada-apparirà...Ho preso quella strada, e tuttora la percorro in salita, tra le continue critiche di chi non riesce a concepire il fatto che “una laureata voglia fare un lavoro da terza media”, da chi mi bombarda continuamente di critiche con frasi del tipo “è un peccato”, “ma sei sicura?”.
Ma non finisce qui: è come se la mia vita voglia mettermi costantemente alla prova, e non fa che rifilarmi un fallimento dopo l’altro, mi ritrovo a lavorare gratis per imparare, quando invece non mi viene insegnato nulla di concreto, a dover imparare da sola per quanto posso, a dire continuamente a me stessa:“non arrenderti”, a farmi strada tra alti e bassi (ma più bassi, a dirla tutta!).
Nonostante tutto sono ancora qui, a sentirmi dire che non dovevo, che forse non fa per me, che dovrei “tornare sulla retta via”, ma io non mi arrendo, nè ho intenzione di farlo, mai.
news-feliciHo dei progetti, e non mi importa fra quanto tempo li realizzerò!
Arriverà il momento, e sarà il giorno più bello della mia intera esistenza!

Mi scuso in anticipo nel caso in cui possa avervi tediato con questa storia, ma il messaggio che voglio trasmettervi è uno soltanto: NON FATE MAI NULLA PER FORZA NELLA VITA!
Sappiate che, se decidete di cambiare rotta, che sia a 30,40,50 anni, non importa, non datevi mai per vinti!
Se un giorno avrò un figlio, gli insegnerò a seguire sogni e passioni, affinché tali non rimangano; questo è sacrosanto e l’ho imparato vivendo questa situazione! A 30 anni non c’è il declino: a 30 anni, se si cade, è solo per poi rialzarsi.

S.
itrentenni@gmail.com

itrentenni

itrentenni

Questo spazio è dedicato alle vostre storie.
Riflessioni, propositi, affanni, sogni, ricordi, speranze, cicatrici, obiettivi, preoccupazioni, desideri. Parole sparse, pensieri e riflessioni. Voglia di raccontarsi o semplicemente di sentirsi come a casa.
Scriveteci a itrentenni@gmail.com
itrentenni

Latest posts by itrentenni (see all)