Photo by Marina Lima on Unsplash

Trent’anni malinconici

Trent’ anni compiuti da poco, qualche anno fa sognavo, una bella macchina, una casa, e una ragazza che mi volesse bene.
Oggi, mi ritrovo senza lavoro, dopo tanti anni, problemi economici a casa che mi sto sobbarcando in silenzio, ma con un enorme dolore dentro di me, delusioni sentimentali (come tutti) a catena, tradimenti, bugie, cose nascoste, finti sorrisi, caratteri arroganti.

Photo by Stefan Spassov on Unsplash

Photo by Stefan Spassov on Unsplash

Un’unica storia importante di 5 anni, convivenza e matrimonio ad un passo, poi salta tutto ed inizia un’altra vita, storielle piu o meno lunghe, inizio ad amare la solitudine piano piano sempre di più, nessuna che rimane, solo sesso o poco più, una sparisce senza motivo, un’altra mi dice che sono una cosa a “tempo determinato” e un’altra ancora che dopo 10 mesi scopro che: “É in vacanza con il fidanzato….”
Sono troppo delicato per questo mondo, troppo sensibile per accettare come vanno le cose oggi, non esiste più niente, rispetto, fiducia, comprensione, empatia.

Photo by Jeremy Perkins on Unsplash

Photo by Jeremy Perkins on Unsplash

É un mondo perverso, cattivo, traditore, glaciale e senza scrupoli, e come dice una persona che conosco: o ti adegui o ti isoli, drastico ma molto giusto.
Sono giovane, è vero, ma ho smesso di fare programmi, cerco di fare felice chi ho intorno donando amore e bei gesti, anche se dentro di me soffro molto, non cerco niente, se non un po’ di pace, essere innamorati è bello ma essere in pace è molto più bello, tornare dopo un bel sabato sera a casa e fare l’amore con la tua ragazza è bello, ma non stare a guardare gli accessi su WhatsApp lo è altrettanto… mettersi sul cuscino e dormire senza pensieri e il sorriso stampato.

Photo by Becca Tapert on Unsplash

Photo by Becca Tapert on Unsplash

Oggi sto bene da solo, malinconico, davanti al mare o disperso in campagna, magari con le cuffiette e un po’ di musica, oppure nel silenzio assoluto, assordante.
Avevo l’obbiettivo di crearmi una famiglia molto giovane, oggi la vita ha cambiato il mio modo di vedere le cose, non è più l’epoca di quando si sono sposati i miei genitori, oggi è un altro mondo, bisogna adeguarsi senza snaturarsi, come se fosse facile!!
In molti, mi definiscono pessimista, penso di essere solo realista e di rispecchiare la situazione di tanti ragazzi/e come me.
Vivo alla giornata, limitando i danni e questo oggi mi basta.

M.
itrentenni@gmail.com

itrentenni

itrentenni

Questo spazio è dedicato alle vostre storie.
Riflessioni, propositi, affanni, sogni, ricordi, speranze, cicatrici, obiettivi, preoccupazioni, desideri. Parole sparse, pensieri e riflessioni. Voglia di raccontarsi o semplicemente di sentirsi come a casa.
Scriveteci a itrentenni@gmail.com
itrentenni

Latest posts by itrentenni (see all)