Photo by Chris Barbalis on Unsplash

Trentenni in movimento

Ho 32 anni da un po’ e, devo ammetterlo, quando sono entrata nei 30, non l’ho presa bene!
Forse perché sentivo che quel cambiamento anagrafico e sociale non corrispondeva a tutto quello che mi portavo dentro. Non avevo, e non ho tutt’ora, un lavoro stabile. Non ho un fidanzato, non ho una casa mia.
Negli ultimi dieci anni ho vissuto in cinque città diverse, e in nessuna di queste, ho mai davvero messo radici.

Photo by Anete Lūsiņa on Unsplash

Photo by Anete Lūsiņa on Unsplash

Ho lottato molto per ottenere quello che volevo. Ho scelto un lavoro che non mi dà certezze e non me ne darà mai, ma l’ho scelto perché lo amo.
Lo amo a tal punto che, spesso, ho rinunciato a grossi pezzi della mia vita per correre dietro a quel sogno, perché credevo che, altrimenti, non sarei mai stata felice.
Amo ancora così tanto quello che faccio da stare per imbarcarmi nell’ennesimo trasferimento.
L’ultimo, mi ripeto, come per darmi forza di fronte a qualcosa che, una parte di me, vede come una follia.

Photo by Slava Bowman on Unsplash

Photo by Slava Bowman on Unsplash

Però, per fortuna (o purtroppo, chi lo sa), vince sempre l’altra parte. Quella inquieta, quella che persevera, quella che mi vede lasciarmi indietro mille cose, eppure mai mi permette di lasciare indietro quel sogno.
Ma questo mese è stato decisivo: ho capito che non voglio più sentirmi una trentenne solo per metà.
Ho bisogno che, quel 32 che leggo sulla mia carta d’identità, corrisponda all’intero mio mondo. E, l’unico modo che ho per farlo, è recuperare tutte quelle parti di me che ho trascurato.

Photo by Nicolas Ukrman on Unsplash

Photo by Nicolas Ukrman on Unsplash

Come direbbe Carmen Consoli “so già che per un momento sarà pieno inverno” ma se è vero che i 30 sono gli anni della consapevolezza, la mia consapevolezza adesso è decidere di sperimentare ancora.

E.
itrentenni@gmail.com

itrentenni

itrentenni

Questo spazio è dedicato alle vostre storie.
Riflessioni, propositi, affanni, sogni, ricordi, speranze, cicatrici, obiettivi, preoccupazioni, desideri. Parole sparse, pensieri e riflessioni. Voglia di raccontarsi o semplicemente di sentirsi come a casa.
Scriveteci a itrentenni@gmail.com
itrentenni