Photo by Yuvraj Sachdeva on Unsplash

Cinquantenne VS Trentenne

Io non ho 30 anni, nemmeno 35, e neppure 40. Ne ho 53.
Ma ho una storia da 14 mesi con una 32enne, una di VOI insomma.
Ci siamo conosciuti sul lavoro e siamo impazziti, l’uno per l’altra e viceversa. Ho lasciato moglie, figlia ,una casa sicura, per buttarmi in questo romanzone, apparentemente destinato a concludersi con il rinsavimento della 32enne in questione.
…Stiamo da Dio, in tutto, senza maschere e senza filtri.
Per ora.
Ma, c’è una cosa che non sopporto di VOI 80′s.
I Social.
Photo by Tim Mossholder on Unsplash

Photo by Tim Mossholder on Unsplash

Io ero su Facebook ed instagram ma ho chiuso gli account da tempo. Perchè mi sono accorto, per citare un giornalista che amo, che il problema non era ciò che facevo sui social, ma ciò che non facevo più a causa del tempo che passavo sui social. Sport, camminare, un buon libro, bricolage, suonare la chitarra ecc… anche solo guardare il soffitto o pensare a cosa cucinare la sera.
Ma lei, la mia Lei 32 yo, riceve continuamente notifiche. Da insta, da FB, un continuo “ting”.
Chi sarà mai? Mi chiedo e le chiedo.
E sono sempre la sorella, la madre, le amiche, le colleghe. Certo, mi ha confessato che ogni tanto, ma solo ogni tanto, qualcuno che le fa i complimenti c’è (perchè lei, sì, è proprio caruccia).
E, ma sempre solo ogni tanto, qualcuno che la invita ad uscire “per bere qualcosa” ( il solito bere qualcosa che so io come finisce) compare.

“Ma lo sai che io amo te e solo te”.
Io ringrazio ma mi ritiro nel mio mondo di rimuginii e sospetti.

Ma come sono fortunato mi dico.
Il problema è che io, questo continuo stillicidio di “approcci” non lo reggo. Non so per quanto lo reggerò.
Il sospetto che dietro ogni “ting” ci sia quello lì, proprio quello che me la porterà via, per una  sco**ta, per sempre, mi uccide.
Uno che dietro una tastiera, qualche foto sapientemente ritoccata, qualche battuta ficcante, insinuerà in Lei la curiosità di conoscerlo…
Certo la fiducia, certo l’amore. Non mi bastano più.
“Mi fidavo di tutti …poi mi è tornata la memoria” diceva qualcuno.
Almeno “ai miei tempi” ci si metteva la faccia.
Si prendeva da parte la ragazza di cui si era innamorati ( o supposti tali) e, guardandola negli occhi, con la salivazione azzerata di fantozziana memoria, le si diceva tutto, aspettandosi l’accesso al paradiso o la discesa all’inferno.
Oggi, ai vostri tempi, dietro questi “match” di app di incontri o anche dietro i messaggini/commenti di foto ammiccanti da instagram o facebook , ci si nasconde benissimo e ci si prova come in una sorta di pesca a strascico.
Lei mi dice sempre “che devo stare tranquillo”, che d’altronde i tempi sono cambiati, che i ragazzi fanno così (ma questi 30/35 che continuano a chiamarsi ragazzi, quando capiranno che a 35 anni si è adulti e spesso potenzialmente genitori), che se volesse tradirmi lo farebbe anche senza l’ausilio dei social e in ogni caso il piede in due scarpe non lo terrebbe mai (e questo mi fa stare mooolto tranquillo, ma molto eh), e che potrebbe benissimo succedere anche a me.
Photo by Thanh Tran on Unsplash

Photo by Thanh Tran on Unsplash

Peccato che io i social (asociali) io non li frequenti più da tempo, che sia un uomo di mezza età, caruccio ma senza six pack , e che di approcci da sconosciute, neanche l’ombra.
Sarò condannato a vivere con apprensione ogni segnale di notifica, con l’occhio di traverso per cercare di sbirciare chi le ha scritto, se c’è un “pericolo potenziale” oppure è, come al solito, solo e soltanto la sorella che le scrive per aggiornarla sulla nipotina?
Che dura la vita dei 50enni che stanno con i trentenni!
Anonimo
itrentenni@gmail.com
itrentenni

itrentenni

Questo spazio è dedicato alle vostre storie.
Riflessioni, propositi, affanni, sogni, ricordi, speranze, cicatrici, obiettivi, preoccupazioni, desideri. Parole sparse, pensieri e riflessioni. Voglia di raccontarsi o semplicemente di sentirsi come a casa.
Scriveteci a itrentenni@gmail.com
itrentenni

Latest posts by itrentenni (see all)