braz-header1

Una Trentenne in rinascita.

Ciao sono Paola, anch’io Trentenne… Ok 33 anni suonati, architetto.

Anni di studio dedicati alla corsa per laurearsi nei 5 anni, poi per affrontare l’Esame di Stato, poi per trovare un lavoro appagante e “pagante”, includendo in tutto ciò il matrimonio, le corna, la separazione, il divorzio (alla cui udienza lui si presenta con l’altra…sì l’altra).

gelosia-tra-ex-come-combatterla

Mi ero detta:“per fortuna non ho mai smesso di studiare, specializzarmi, lavorare”.

Ecco l’avessi mai detto… È arrivata lei: la CRISI.

Un’altra fantastica sorpresa lungo il mio cammino, ma tuttavia mi sentivo sicura perché: “Quali problemi mi avrebbe portato se la società in cui lavoravo era solida e aveva sempre un sacco di lavoro?”.

Sí perché lavoravo tanto, tutti investivano nell’azienda, avrei solo dovuto avere meno fiducia nel prossimo, cioè colui che mi ha chiesto di collaborare e che avrebbe dovuto pagarmi le fatture.

A

Un bel giorno, al sollecito dell’ennesimo pagamento in ritardo, mi sento rispondere:“eh ma noi i soldi che ti dobbiamo non li abbiamo”.

In quel momento nell’anticamera del mio cervello è comparsa una luce al neon che mi suggeriva:“Cioè per i leasing delle auto aziendali, le vacanze li avete, e per me che sono qui a lavorare no?!”

in_vacanza_con_il_prestito_4482

Ma i miei genitori mi hanno educata diversamente. Ho risposto con un freddo:“ok”, mi sono seduta alla mia scrivania, ho sistemato le mie cose in una scatola e alle 17.50 ho comunicato che per me era l’ultimo giorno.

scatola

Ma senza preavviso? Vi chiederete, sono rimasta con loro 4 anni a p.iva, e con i continui ritardi di stipendio, avevo un anno di arretrati.

Il loro sguardo incredulo non lo dimenticherò, perché nessuno osava mai contraddirli perché erano bravi nel loro lavoro, ma il loro cuore non aveva lo scrupolo di porsi domande, infatti nei giorni successivi volevano che tornassi per finire un paio di cose, senza accennare nemmeno al rimborso carburante.

Quel giorno ho capito che nella vita avrei dovuto puntare su me stessacredere di più a ciò a cui tenevo.

9d4e55f964a7d439771c229638b0ca10Ho ripreso in mano la passione per il design del gioiello e ho iniziato a gettare le fondamenta del mio SeFem Design.Non nego la fatica, ma anche la fortuna di avere persone, come la famiglia e gli amici, che mi aiutano a portare avanti questo progetto.
Immagine1

Il nome significa “cosa facciamo”, che è un pensiero ricorrente in molti Trentenni, e mi auguro che ognuno dentro di sé riesca a capire ciò che deve fare per trovare la propria strada, che si sa è piena di curve… ma porta sempre ad una meta.

A 30 anni si può, ma soprattutto si deve! :)

its-time-slider-
Paola
itrentenni@gmail.com

 

itrentenni

itrentenni

Questo spazio è dedicato alle vostre storie.
Riflessioni, propositi, affanni, sogni, ricordi, speranze, cicatrici, obiettivi, preoccupazioni, desideri. Parole sparse, pensieri e riflessioni. Voglia di raccontarsi o semplicemente di sentirsi come a casa.
Scriveteci a itrentenni@gmail.com
itrentenni

Latest posts by itrentenni (see all)